Facebook sorpassa eBay

L’azienda statunitense Facebook aveva già fatto notizia negli ultimi mesi. Che si tratti di una penale di 110 milioni di euro per aver fornito informazioni false o di profitti record sul mercato azionario.

Da agosto Mark Zuckerberg, lanciando sul mercato il "Marketplace" di Facebook, spera di far parlare ancora in positivo della sua azienda.

Da agosto 2017, gli utenti di Facebook possono vendere beni di consumo attraverso la nuova funzionalità Marketplace del più famoso social network mondiale. Attraverso Facebook Marketplace acquirenti e venditori possono entrare in contatto fra di loro gratuitamente, inviare messaggi tramite Messenger e completare il pagamento. In linea di principio, funziona come la piattaforma Kijiji di eBay o Subito.it. È bene sapere che Facebook non addebita alcuna commissione e lascia l' elaborazione del pagamento inclusa la spedizione della merce completamente in mano ai privati.

Come mai Facebook improvvisamente ha deciso di creare un Marketplace per i prodotti di seconda mano? Si tratta di un’idea con un futuro? Chiediamo al nostro Senior Business Development Manager Jannik Wegert, esperto del settore, come valuta questa idea:

„Facebook ha finalmente capito che da molto tempo ci sono stati molti scambi commerciali di prodotti di seconda mano tra gli utenti della piattaforma attraverso vari gruppi e siti. Con il Marketplace, Facebook può ora gestire questo fenomeno in modo professionale e semplificare il processo sia per gli acquirenti che per i venditori. Il mercato di Facebook sarà un concorrente particolare per il mercato dell’usato del gruppo eBay, Kijiji, che è molto popolare in Italia. Tuttavia, ritengo che il commercio di seconda mano gli utenti Italiani continuerà ad avere luogo su Kijiji o Subito.it. Infatti se il venditore non è vicino e deve spedire il prodotto acquistato, Kijiji di eBay offre maggiore sicurezza con la protezione dell' acquirente e il metodo di pagamento PayPal. Per i rivenditori online, il mercato di Facebook diventerà interessante solo e se prendera piede sul mercato dell’usato online. Le probabilità sono buone, ma non è ancora noto se Facebook sarà in grado di includere i venditori commerciali in futuro, così come i venditori privati.“

Torna indietro